Scienza e Tecnologia

ApCamp 2013, brainstorming digitale

03 Maggio 2013

Apertura dedicata alla condivisione di esperienze a livello regionale sul tema delle start up

La redazione

03 Maggio 2013 20:04

L'evento è organizzato dall'Associazione culturale Astrolabe con il sostegno delle imprese del Piceno e il patrocinio della Provincia di Ascoli Piceno.
Oltre 100 i presenti presso la Cartiera Papale. L'apertura è stata dedicata alla condivisione di esperienze a livello regionale sul tema delle start up e dei modelli di business in particolare alle modalità di uso di tecnologie e strategie che oggi il web mette a disposizione di imprese e enti, per favorire una ripresa che passi anche per il mondo digitale



“Nelle periferie, molto spesso erroneamente considerate territori marginali – ha spiegato in apertura Fabio Curzi, presidente di Astrolabe - ci sono progetti e professionalità di qualità dai quali possono venire fuori delle idee innovative che, se accolte, portano valore per tutti”.
Intressante il quadro fornito da Giuliano Calza (Istao) con la relazione "Innoviamo le imprese marchigiane: la roadmap delle imprese vincenti".
L'istituto Adriano Olivetti è un punto di riferimento per la struttura d'impresa grazie alla formazione per la realizzazione di business plan che diano alle idee innovative l'architettura portante per competere sui mercati.
E con E-Capital, una business plan competition, l'Istao e Fondazione Marche da molti anni seleziona idee innovative che abbiano prerogative di reggere al mercato.
Calza ha evidenziato come il sistema produttivo marchigiano sia in crisi. Con percentuali di vendita di prodotti in calo (+ 3,5 % nel 2011) e la sensazione che si arrivi al + 1,6% nel 2015.
L'Istao a settembre è pronto a partire con un corso di 6 settimane per fornire ai giovani startupper i fondamentali per competere.
La regola per un buon progetto è sì avere una buona idea, ma è cruciale avere un cliente finale perché una start up funzioni.
Concetti che sono stati ribaditi nell'intervento di Adriano Gasparri (e-xtrategy). Roberto Bedini, direttore di TecnoMarche ha puntato l'indice sul metodo da praticare perché ad emergere nell'innovazione sia un intero territorio e rendere così, provocatorio come é nelle intenzioni il tema 'Periferie digitali'.

Luciano De Angelis (De Angelis Team Studio), ha esaurientemente spiegato quali sono le agevolazioni per le Start up innovative e per gli incubatori.

Mentre Claudio Tonti  di Websolute ha indicato come "spendere bene i propri soldi" alle start up.

Domani, sabato 4 maggio, si parlerà di progetti locali, professioni del digitale, social media ROI e design e accessibilità. A partire dalle 10,30 saranno presentati tre esperienze di comunità in rete www.startzai.com, mammesbt.it e passionepesce.it. Alle 12 partirà la sezione “Social media ROI” con interventi di Tommaso Sorchiotti (Personal Branding), Alessio Carciofi (Ninja Academy) ed Eleonora Cipolletta (Hagakure).

Il programma del pomeriggio inizierà alle 15 con la sezione riguardante le professioni digitali con gli interventi di Fabrizio Caccavello (IWA Italy), Michele Luconi (e-xtrategy) e Gianna Angelini (Università di Macerata).

Alle 16,15 si proseguirà con altre esperienze locali raccontate da Betto Liberati (Astrelia) e Stefano De Angelis (direttore Giocamondo). La sezione design e accessibilità, dalle 17,15, prevede interventi di Luca Mascaro (Sketchin), Luca Salvini (From The Front), Alessandro D'Agnano (Freedance) e Bruno Splendiani (Università di Barcellona).

La chiusura di Periferie Digitali sarà affidata a Luca Conti, blogger e autore di libri su Facebook, Twitter e LinkedIn, già consulente RAI e IlSole24Ore che tirerà le file e proporrà prospettive future sulla rete.

Dalle 19,30 presso la Galleria Insieme di Corso Mazzini, si terrà l'ApCampFest, un party aperto a tutti con aperitivo biologico e performance artistiche dei fumettisti Maicol&Mirco e Lrnz che curerà anche il dj-set.

Eventi collaterali - Mostra IgersPiceni

Fino a domani sarà possibile visitare la mostra allestita nei locali della Cartiera Papale, con il sostegno dell'Associazione IgersItalia, dagli Igers Piceni, comunità di appassionati del social network Instagram. Sono 80 scatti instagrammati e stampati realizzati da circa 30 instagrammers. Le fotografie, trattano quattro temi: The City (Ascoli), Around Ap (Territorio Piceno), Looking Up (a testa in su, specialità igers eheheh) e Drink & Food. Insomma in una mostra il territorio piceno fotografato a 360 gradi.

L'apertura


Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni