Pezzi di Carbon

Pezzi di Carbon - Racconti, testimonianze e ricordi dei lavoratori dell'Elettrocarbonium

03 Luglio 2014

Lavoro durissimo nello stabilimento. Prima SICE poi Elettrocarbonium, infine SGL Carbon. All'interno si realizzava una produzione di carboni elettrici per altiforni tra i migliori al mondo. Cento nove anni di storia e mille lavoratori tra dipendenti e indotto segnano in maniera indelebile una città e un territorio e la SGL Carbon quel segno lo ha lasciato

Giampiero Giorgi

03 Luglio 2014 10:18

gli appunti presi durante le interviste

Ascoli - "Pezzi di Carbon" è un libro di racconti e interviste agli ex dipendenti dello stabilimento ascolano SGL Carbon, chiuso per cessata attività dal 2007. Il sito a ridosso di Ascoli Piceno di un’area di 27 ettari praticamente a quattro passi dal centro storico di Ascoli è lì da 109 anni e ha rappresentato per tanti ascolani il riscatto sociale.
Lavoro durissimo nello stabilimento, prima SICE poi Elettrocarbonium, infine SGL Carbon e con una produzione di carboni elettrici per altiforni tra i migliori al mondo. Cento nove anni di storia e mille lavoratori tra dipendenti e indotto segnano in maniera indelebile una città e un territorio e la SGL Carbon quel segno lo ha lasciato.
Dal 1985 con una drammatica e controversa delibera il Consiglio Comunale di Ascoli Piceno di fatto mise fine alla storia di quel sito stabilendo in 25 anni il rinnovo della convenzione. La coscienza ambientalista e la crescente ostilità dei cittadini verso quella fabbrica inquinante ha fatto il resto.
La fabbrica ha chiuso senza grandi drammi andando via e cedendo l’area ad un consorzio di imprese, attualmente resta il sito altamente inquinato e una trentina di dipendenti non ricollocati.
Restart Srl, proprietaria dell’area, ha presentato un progetto di nuova urbanizzazione scatenando reazioni a catena in quanto l’area muove interessi enormi ma di fatto oggi esiste solo il progetto Ascoli21 di Restart.
Per mantenere memoria di ciò che è stato, ho pensato di far parlare chi, in questa fabbrica centenaria ci ha lavorato, ricordando fatti, aneddoti e curiosità. Ricostruendo per quanto è stato possibile una parte di quegli anni e di quel luogo. I racconti partono con gli assunti in azienda dei primi anni cinquanta fino ai giorni nostri.
Sono racconti semplici di persone semplici, ma orgogliose del proprio lavoro. Attaccate a quel lavoro, pesante e pericoloso, che però li aveva messi nell’ascensore sociale.
Per sintesi, una volta assunti tutti si sposavano, compravano la casa e la macchina.
Di quel sito probabilmente non resterà molto, ma almeno un libro sulla vita lavorativa dei dipendenti Elettrocarbonium proverà a mantenere nel tempo ciò che è stata la SICE come amichevolmente viene ancora chiamata ad Ascoli Piceno.







Potrebbero interessarti


Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni