Politica

Se la Regione Marche avrà bisogno di personale lo prenderà dalle Province

29 Giugno 2015

Cesetti: "L’atto regolamenta una serie di misure amministrative che puntano a ridurre i costi di gestione delle strutture della Giunta regionale"

La redazione

29 Giugno 2015 17:48

Ancona -  La giunta regionale, questa mattina, ha approvato su proposta dell’Assessore al personale Fabrizio Cesetti, una delibera che, nell'ambito della politica di contenimento delle spese, privilegia la possibilità di utilizzare il personale delle amministrazioni provinciali, qualora l’ente abbia necessità di ricorrere a nuove assunzioni a tempo indeterminato.


L’atto regolamenta una serie di misure amministrative che puntano a ridurre i costi di gestione delle strutture della Giunta regionale, sulla base di quanto stabilito dalla normativa nazionale.
La scelta operata dalla Regione Marche - spiega Cesetti - nel rispetto dei vincoli di spesa vigenti, è un segnale, nella convinzione che il processo di riordino non deve compromettere i livelli occupazionali”.


Nel documento si precisa che, nell’anno in corso, le eventuali assunzioni a tempo indeterminato verranno effettuate ricollocando i dipendenti delle Province interessati dalla mobilità prevista dalla Riforma Delrio.


La sostituzione del personale di ruolo regionale, che ha cessato l’attività nel 2014, verrà effettuata al 100 per cento con quello provinciale, sempre nei limiti imposti dalle leggi di bilancio. Si ricorrerà ugualmente ai dipendenti provinciali per attivare nuovi comandi nell’ambito di piani, progetti o interventi straordinari finanziati dall’Unione europea, con eventuale onere a carico della Regione non superiore al 50 per cento.


Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni