L'opinione

Tribunale UE, annullati bandi di concorso per discriminazione

28 Settembre 2015

Si nega ai candidati la possibilità di utilizzare altre lingue che non siano francese,inglese,tedesco

Giancarlo Cocco

28 Settembre 2015 19:59

Roma - Il Tribunale dell’Unione Europea ha annullato tre bandi di concorso pubblicati dall’Ufficio Europeo di selezione del personale –EPSO- accogliendo un ricorso presentato da Italia e Spagna, in quanto obbligava i candidati  a scegliere come lingua di comunicazione con l’Epso e come seconda lingua, il francese o l’inglese o il tedesco.

Secondo la Corte di Giustizia la pubblicazione dei documenti dei bandi di concorso in inglese, francese, tedesco costituisce una discriminazione nei confronti delle altre lingue dell’Unione. L’Italia ha infatti sempre sostenuto che riguardo la limitazione delle lingue che possono essere utilizzate nelle comunicazioni tra l’Ufficio europeo di selezione ed i candidati,i cittadini europei hanno il diritto di rivolgersi alle Istituzioni dell’Unione utilizzando una delle 23 lingue ufficiali e che hanno il diritto di ricevere le risposte delle istituzioni nella medesima lingua.

La Spagna,inoltre, lamenta che tale limitazione in pratica,attribuisce a tutti i candidati che abbiano come prima lingua una delle tre impiegate,un vantaggio competitivo.

Già nel 2013 il Tribunale Ue si era pronunciato in tal senso,dando ragione all’Italia ed aveva annullato quattro bandi di concorso perché tradotti nelle sole lingue di lavoro dell’Unione  imponendo ai concorrenti per le prove, l’uso di una lingua scelta fra francese inglese e tedesco.


Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni