Satira

Il Carnevale ascolano 2016 con le macchiette della domenica mattina

07 Febbraio 2016

Clima rigido ma senza pioggia ha favorito un noetevole afflusso di visitatori in città per queello che viene ritenuto il Carnevale più satirico delle Marche. In piazza prendono vita temi nazionali e fatti locali conditi da sane risate, improvvisati traduttori del dialetto ascolano verso turisti che difficilmente capirebbero i fraseggi tra i personaggi.

La redazione

07 Febbraio 2016 16:44

Ascoli - Un classico del Carnevale ascolano è quello delle macchiette della domenica mattina. Così ci sono due che si sento "due stracci", un appartenente all'esercito dei nullatenenti. Non c'è scampo ala satira neppure per temi sui generi. Non si salva nessuno, anche il vescovo entra sul palcoscenico della piazza.

Clima rigido ma senza pioggia ha favorito un notevole afflusso di visitatori in città per quello che viene ritenuto il Carnevale più satirico delle Marche. In piazza prendono vita temi nazionali e fatti locali conditi da sane risate. Immancabili gli improvvisati traduttori del dialetto ascolano verso turisti che difficilmente capirebbero i fraseggi tra i personaggi.


Immagini di Alessandro Ercoli

Potrebbero interessarti

Il Premier ci casca ancora

02 Ottobre 2010


Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni