Economia

E' nato 'Confidi Adriatico', opererà nella macro-regione adriatica

01 Aprile 2016

Il Confidi Adriatico aderisce a Federconfidi di Confindustria nazionale. Il Presidente del Confidi Adriatico è l’Ing. Andrea Leone, imprenditore ed ex Presidente di Fidindustria Puglia.

la redazione

01 Aprile 2016 09:41

Andrea Leone
Pescara - Ieri, 31 marzo, a Pescara,  presso lo studio del Notaio Balice,  è nato il Confidi Adriatico scpa dalla fusione tra Confidi Mutualcredito Pescara e Fidindustria Puglia Consorzio Fidi.
 
L’atto notarile ha dato seguito alle deliberazioni delle assemblee straordinarie dei soci tenutesi, rispettivamente, il 3 dicembre 2015 a Pescara e il 7 gennaio 2016 a Bari. 

Il Confidi Adriatico, unico Confidi vigilato dalla Banca d’Italia in Abruzzo ed operativo nella “macro-regione adriatica” Abruzzo-Molise-Puglia, ha Direzione Generale a Pescara, presso la ex sede di Confidi Mutualcredito in Via Ravenna n. 9 e sede legale a Bari, presso la ex sede di Fidindustria in Viale Amendola 172/5. 

Il Confidi Adriatico aderisce a Federconfidi di Confindustria nazionale. Il Presidente del Confidi Adriatico è l’Ing. Andrea Leone (in allegato la sua foto), imprenditore ed ex presidente di Fidindustria Puglia.

Il Consiglio di Amministrazione è formato da 9 persone: 4 indicati da Fidindustria: Andrea Leone (Presidente), Michele De Giorgio, Nicola Di Donna, Giuseppe Leopizzi; 4 indicati da Mutulcredito: Giorgio Di Rocco (Vicepresidente), Fernando Pietrostefani, Pierino D’Orazio, Leopoldo De Lucia; Bruno D’Intino, indicato dalle Banche  sostenitrici.  


Il Collegio Sindacale è composto da: Mauro Giorgino (Presidente) indicato da Fidindustria, Costantino Candeloro, indicato da Mutualcredito e Mario D’Ovidio, indicato dalle banche sostenitrici. Il Direttore Generale è Stefania Battaglini (ex Mutualcredito). La Società di revisione è la KPMG spa.


Questi i numeri di Confidi Adriatico:

·         Numero soci imprenditori: 8.252

·         Finanziamenti attualmente garantiti alle imprese socie: 270 milioni di euro

·         Garanzie rilasciate a favore dei soci: 178 milioni di euro

·         Patrimonio netto: 13.800.000,00 euro

·         Patrimonio di vigilanza: 13.500.000,00 Euro

·         Numero banche convenzionate: 32

·         Numero dipendenti: 25

 

Questi i vantaggi per i soci imprenditori:

• Maggiore possibilità di accesso al credito bancario;

• Maggior numero di prodotti e di servizi finanziari a disposizione;

• Condizioni economiche più convenienti nella relazione Banca-Impresa-Confidi.

Tutto ciò è possibile grazie all'ottenimento dei seguenti risultati dal processo di fusione:

• Rafforzamento del patrimonio del confidi Adriatico perché oltre a mettere insieme i patrimoni dei due ex confidi, è in corso la ricapitalizzazione con il collocamento di 5 mln di euro di a.p.c. (azioni di partecipazione cooperativa).

• Efficientamento della nuova struttura con risparmio di importanti risorse economiche  di gestione;

• gestione di nuove e più importanti risorse pubbliche regionali destinati ai soli confidi vigilati.

Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni