Cronaca

Terremoto, due indagati per il crollo dell'ospedale di Amandola

07 Gennaio 2017

Regione e Comune in caso di processo si costituiranno parte civile

La redazione

07 Gennaio 2017 11:02

Ci sono per il momento 3 indagati dalla Procura di Ascoli Piceno circa i crolli dell'Ospedale di Amandola dopo la prima scossa di terremoto del 24 agosto: il titolare di un'azienda edile di Afragola (Napoli), il del direttore dei lavori che è anche il progettista del corpo 'F' , che ospitava la Residenza sanitaria assistita per anziani.
I reati ipotizzati dal pm Umberto Monti sono disastro colposo e frode in pubbliche forniture.


Il 24 agosto a cedere furono le tramezzature interne dell'edificio che costrinsero all'evacuazione d'urgenza degli anziani che vennero trasferiti nella Rsa di Fermo. Lo sgombero complessivo fu di 40 persone fra anziani e malati.


Il 5 novembre i tecnici dell'Università di Pavia hanno dichiarato l'intero nosocomio inagibile.


''Una brutta storia: lavori non eseguiti a regola d'arte, e tutto sulla pelle dei cittadini'' commenta oggi il sindaco Adolfo Marinangeli, che con la Regione Marche si costituirà parte civile se l'inchiesta sfocerà in un processo.

La struttura ospedaliera, a servizio di un bacino d'utenza di 20 mila persone, risale all'800 ma negli anni all'edificio originario si sono aggiunte parti completamente nuove, e altre sono state ristrutturate dopo il sisma del 1997 con i finanziamenti del post terremoto. Il corpo 'F' è stato realizzato su un progetto del 2008, con fondi regionali specifici destinati alle nuove Rsa. Il completamento dei lavori nel 2010; l'inaugurazione nel 2014, con Marinangeli a tagliare il nastro. Due anni dopo il disastro.   


Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni