Cronaca

Valanga sull'hotel Rigopiano. Finora sono 10 i sopravvissuti, tra loro i 4 bambini

21 Gennaio 2017

Si continua a scavare. Resi noti i nomi dei 5 superstiti individuati dentro l'hotel

La redazione

21 Gennaio 2017 00:30

Speranze ripagate: ancora superstiti sotto le macerie dell'hotel Rigopiano di Farindola spazzato via da una valanga. Tre bambini sono stati estratti vivi dai vigili del Fuoco nel tardo pomeriggio dopo oltre 40 ore.


Tra loro anche Ludovica Parete, figlia del cuoco, Giampiero, sopravvissuto fin dal primo momento alla tragedia e che aveva dato l'allarme inascoltato del crollo dell'albergo. Prima di loro erano stati salvati la moglie e l'altro figlio.


Resi noti i nomi dei 5 superstiti individuati dentro l'hotel


Sono Vincenzo Forti, Francesca Bronzi, Giorgia Galassi, Stefano Feniello e Giampaolo Matrone le persone che i soccorritori stanno cercando di recuperare all'hotel Rigopiano. Sono stati annunciati dopo la comunicazione ai familiari da una funzionaria della protezione Civile su indicazione del Prefetto Francesco Provolo di Pescara all'esterno dell'ospedale.


A fare il punto, a fine giornata, il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio: "Cinque persone estratte, una donna e 4 bambini, 5 le altre persone da estrarre".


"Le vittime" - ha aggiunto Curcio - "sono 5 quelle collegate al maltempo e due i decessi accertati all'hotel Rigopiano".


Ludovica, "voglio i miei biscotti" - "Voglio i miei biscotti". Questa la prima richiesta di Ludovica, 6 anni, la figlia di Giampiero Parete, l'uomo di 38 anni che per primo ha lanciato l'allarme dall'hotel di Rigopiano. A riferire le parole della bambina, estratta viva questa sera dalle macerie, è Quintino Marcella, amico e datore di lavoro di Giampiero, che ha parlato al telefono con lei.


"Ha chiesto i suoi biscotti, i suoi preferiti. La bambina sta bene. Certo, la famiglia Parete è provata, ma Gesù ha riconsegnato loro quello che hanno seminato, perché sono delle persone stupende".


Moglie Parete, non ci credevamo più - "Non ci credevamo più, non ci speravamo più": è quanto ha detto Adriana Parete ai soccorritori che l'hanno estratta viva dalle macerie insieme al figlio Gianfilippo.



Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni