Cronaca

Morti due alpinisti sul versante teramano del Gran Sasso

30 Aprile 2017

Altri due scalatori si sono salvati. La magistratura ha aperto un'inchiesta

La redazione

30 Aprile 2017 13:41

Teramo - Due alpinisti morti sul versante teramano del Gran Sasso, nei pressi del monte Brancastello. Altri due si sono salvati. Questo il bilancio della tragedia che si è consumata intorno alle 9-9,30. Una salma è stata recuperata e portata all'obitorio dell'ospedale Mazzini di Teramo. Si sta procedendo ora con le operazioni di recupero del secondo corpo e dell'uomo che ha lanciato l'sos. Sul posto il soccorso alpino e speleologico (Cnsas) e il 118.

 La magistratura ha aperto un'inchiesta sull'incidente nel quale sono morti i due alpinisti, Francesco Carta, di 45 anni, ed Enrico Faiani, di 60.

L'indagine è affidata ai Carabinieri della stazione di Isola del Gran Sasso, competenti per il territorio in cui è avvenuto l'incidente. Il Brancastello, e in particolare il Vallone di San Pietro, fa parte del massiccio del Gran Sasso sul versante teramano e guarda verso Isola del Gran Sasso.

Oltre l' identificazione e la raccolta delle testimonianze c'è da verificare con esattezza la causa della tragedia, ma è molto probabile che ciò sia avvenuto per un errore umano e per la casualità dell'improvvisa assenza di aderenza alla parete. Il bilancio sarebbe potuto essere più pesante se la caduta avesse coinvolto gli altri tre del gruppo. Presumibilmente Carta e Faiani erano gli ultimi della fila dei cinque.

Le salme sono state composte all'obitorio dell'ospedale Mazzini di Teramo dove amici e parenti dei due alpinisti stanno rendendo loro omaggio.

   


Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni