Innovazione

Ascoli Comune pilota per il progetto 'Riformattiva'. Firmato protocollo per semplificazione amministrativa

20 Luglio 2017

Il sottosegretario Rughetti: 'E' una riforma per i territori'. Castelli: 'Occasione preziosa'. Se ci fosse stata 8 anni fa già avremmo nuova occupazione e la ex Sgl Carbon riqualificata

Gaetano Amici

20 Luglio 2017 17:14

Ascoli - Se la Riforma Madia fosse stata fatta nel 2009 già nel 2010 si sarebbe potuto vedere concluso l'iter procedurale per dare il via alla riqualificazione della ex Sgl Carbon con tutto quel che ne consegue in termini di occupazione. Invece... Perché diciamo questo? 


Beh, semplice. Ad esempio le Conferenze dei Servizi alle quali vengono convocate 8-10 persone, quando va bene, in rappresentanza di 4 soggetti istituzionali, oggi cambiano completamente: saranno solo 4 i rappresentanti istituzionali. In più, e non è poco perché con questo sistema spesso si è giocato, vige la regola del silenzio assenso: se un ente "marina" la Conferenza dei servizi questa non viene rinviata, prosegue ed è  valida nelle sue conclusioni.

D'ora in poi ci sarà da divertirsi. C'è tutto il tema della ricostruzione post sisma e altro ancora. E' solo un esempio della sburocratizzazione contenuta nella Riforma Madia definita dal sottosegretario Rughetti un "cantiere".


"Uno strumento che ora diventa importante per l'Area di crisi complessa che è in partenza", ha detto Paolo Giovannozzi della Cgil.


"Il cantiere della riforma della pubblica amministrazione, nota come legge Madia, nasce con e per i territori". Queste le parole di Antonio Rughetti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alla pubblica amministrazione, oggi ad Ascoli per la firma del protocollo tra il Comune ed appunto la presidenza del consiglio dopo che il capoluogo piceno è stato selezionato come comune pilota, insieme ad altri 15 in tutta Italia, per il progetto denominato ''Riformattiva'' finalizzato ad offrire servizi di assistenza specifica e sostegni attivi alle amministrazioni locali.


"Ogni virgola ed ogni riga contenute in queste norme - aggiunge Rughetti - è il frutto di una collaborazione fissa con i comuni, le province e le regioni con il consenso della conferenza unificata, il luogo dove tutti i livelli di Governo si ritrovano, senza tralasciare il supporto del consiglio di Stato e delle commissioni parlamentari". Da oggi si passa alla fase operativa dell'importante progetto.


"Questo è il momento che noi abbiamo chiamato terzo tempo - prosegue il sottosegretario-, tutti insieme dobbiamo lavorare per far sì che gli strumenti che abbiamo condiviso diventino opportunità concrete. Il Comune di Ascoli, ad esempio, ha scelto di impegnarsi nell'implementazione delle norme che riguardano la semplificazione con la nuova conferenza dei servizi, il silenzio-assenso fra amministrazioni, la standardizzazione della modulistica amministrativa e la nuova disciplina sull'autotutela".


Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio ha inoltre evidenziato il "piacere di poter firmare oggi il protocollo qui ad Ascoli- dice ancora Rughetti - e farlo con Guido Castelli visto che l'ho conosciuto da sindaco quando io ero direttore generale dell'Anci. Spero che per la comunità di Ascoli questa sia un'occasione per potersi avvantaggiare delle riforme approvate nel corso della legislatura".


Nel suo intervento il primo cittadino Guido Castelli ha precisato come questa convenzione consentirà al Comune di Ascoli di beneficiare di consulenze estremamente specializzate messe a disposizione della Presidenza del Consiglio in vista dell'attuazione della riforma della pubblica amministrazione Madia.


"La città di Ascoli- sottolinea Castelli - è stato individuata tra 15 enti pubblici che saranno destinatari di questa sperimentazione. Per noi- evidenzia- è motivo di orgoglio ma anche un'occasione molto utile e preziosa.


Il nostro Comune si appresta a dover gestire ben 26 milioni di euro frutto dei due finanziamenti sulla rigenerazione urbana che richiederanno una batteria amministrativa estremamente abile. Grazie a tali attività di sostegno e di supporto - chiosa il sindaco- potremmo quindi affrontare questa complessa ma entusiasmante vicenda con più serenità e capacità amministrativa".


Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni