Cronaca

Arrestato in treno il quarto stupratore di Rimini

04 Settembre 2017

E' un congolese di 20 anni e stava fuggendo in treno verso la Francia: è ritenuto il 'capobranco'

La redazione

04 Settembre 2017 00:15

Rimini - Fermato di notte a Rimini il quarto presunto stupratore della “banda” di Rimini. E' ritenuto il 'capobranco': si chiama Guerlin Butungu, 20 anni, congolese, rifugiato residente a Vallefoglia nel Pesarese. E' stato preso dagli agenti dello Sco e della Squadra mobile di Rimini e Pesaro.


Era giunto in Italia nel 2015 da richiedente asilo per motivi umanitari. Affidato a una cooperativa di Cagli, nel Pesarese, secondo la quale il ragazzo finora non aveva dato problemi.


"L'arresto di questa mattina è stato una doppia soddisfazione perché a mettere le manette al quarto uomo sono state due donne. Un gesto simbolico che ha reso giustizia alle vittime delle violenze", racconta il Questore Maurizio Improta.


Era in fuga e armato quando alle 2 di notte era sfuggito alla cattura nel centro di Pesaro mentre si trovava in bicicletta.

A farlo individuare è stato il cellulare che la polizia ha tracciato e quindi ha individuato il congolese. Era su un treno che da Pesaro era diretto a Milano: la sua corsa è finita a Rimini.

La polizia lo ha fermato mentre il treno transitava in stazione e, una volta bloccato il convoglio, gli uomini dello Sco e della squadra mobile sono saliti e hanno trovato il ragazzo in una delle carrozze.


Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni