Lavoro

Ascoli viaggia in elettrico: inaugurato il primo impianto intelligente del progetto 'ESMo' di Genera Emotion

13 Ottobre 2017

La prima colonnina di ricarica elettrica dotata di sistema intelligente SpotLink è istallata accanto alla ex Sgl Carbon. all'inaugurazione erano presenti gli studenti dell'Iti Fermi

Gaetano Amici

13 Ottobre 2017 00:52

Ascol - Chi avrà un'auto elettrica non pagherà più il parcheggio nel centro storico, avrà libero accesso nelle Ztl, zone a traffico limitato, ridurrà l'inquinamento atmosferico e quello acustico, risparmierà consistenti somme di denaro dal noleggio di un'auto elettrica (un esempio, percorrendo 70 mila chilometri rispetto ad un'auto diesel in un anno si risparmiano circa 5 mila euro). Stiamo parlando di noleggio a chilometri illimitati e senza alcune alcun anticipo. Il costo per 100 chilometri con auto elettrica è di soli 3 euro.
A questo punto e con queste prospettive può il Piceno fare il classico scatto di reni in innovazione? Oggi c'è un primo passo concreto: presso la sede di Genera Scarl sono state gettate le basi del progetto “ESMo” (Electric Smart Mobility) una rete di servizi e infrastrutture per la mobilità elettrica. Da oggi grazie a “Genera Emotion” è operativo il suo primo tassello: la prima colonnina di ricarica elettrica dotata di sistema SpotLink ad Ascoli Piceno. Si trova nei pressi della ex Sgl Carbon e fa parte di un sistema “democratico” di approvvigionamento elettrico.

Chiunque abbia una macchina elettrica può ricaricarla con carta di credito e altri sistemi di pagamento, non c'è differenza, si tratta di una rete libera dai vincoli di ricarica dei vari operatori nel settore energetico. E qui potrete trovare anche un'auto elettrica da noleggiare per il tempo di cui avete bisogno. Potrete farlo direttamente da smartphone: in qualsiasi parte d'Italia vi troverete con SpotLink potrete vedere una mappa con la colonnina di ricarica più vicina a voi. Quale auto è disponibile per il noleggio nella zona in cui siete. La potrete prenotare per il tempo che vorrete e la potrete lasciare accanto ad un'altra colonnina di ricarica situata nella zona di destinazione del vostro viaggio.


Il sindaco Guido Castelli, assente perché impegnato a Vicenza nell'assemblea nazionale dell'Anci, ha inviato una nota di saluto per l'evento di Genera Emotion nel quale anticipa che ad Ascoli nel prossimo triennio è prevista l'istallazione di almeno 7 colonnine di ricarica elettrica in determinati punti strategici per le quali sarà redatto un bando di gara. Che Ascoli Piceno si senta “elettrizzata” si nota dall'impegno posto sul tema dalla Camera di Commercio, come ricorda il vice presidente Giancarlo Romanucci. A Giugno il presidente Gino Sabatini aveva già lanciato “Smart mobility 2017”, il bando da 60 mila euro che avrebbe contribuito a finanziare al 50 per cento i costi d'istallazione di una colonnina elettrica negli hotel, negli agriturismo e nei ristoranti del Piceno che avessero i requisiti del Marchio di Qualità “Ospitalità Italiana” istituito dalla Regione Marche.


Per queste attività si tratterebbe di mostrare alla propria clientela un servizio in più per i clienti dotati di auto elettrica e l'ulteriore possibilità di noleggiare un'auto elettrica grazie alla convenzione con Genera Emotion e il suo sistema intelligente di mobilità elettrica.

Si misurerà su questo terreno la capacità imprenditoriale, con il tempestivo utilizzo di queste provvidenze pensate per favorire il turismo green nel nostro territorio, anche nelle zone montane.


Bruno Bucciarelli, presidente di Genera Scarl, ha salutato con piacere oggi i ragazzi del quarta classe dell'Iti Fermi (indirizzo elettrotecnico) venuti a toccare con mano questo nuovo impatto innovativo nella mobilità smart nel Piceno. I ragazzi hanno potuto vedere una auto elettrica Renault Zoe sia in ricarica che in funzione. Bucciarelli ha ricordato quando circa cinque anni fa Genera aveva scommesso su un progetto degli studenti dell'Istituto tecnico con il recupero dei computer obsoleti che ha avuto un enorme successo. “La scommessa che oggi vogliamo fare con gli studenti dell'Iti Fermi – dice Bucciarelli – è quella di riuscire a rendere ibrida una vecchia Cinquecento Fiat. E presto, ci potete scommettere, mi vedrete varcare i cancelli della scuola a bordo di questa Cinquecento che lascerò nelle vostre mani per essere innovata”.



Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni