Cronaca

E' scomparso Domenico Esposto, custode della ristorazione di tradizione ascolana con la 'Trattoria dell'Arengo'

21 Ottobre 2017

I funerali si svolgeranno lunedì alle 10,30 presso il Duomo in piazza Arringo, a pochi passi dal suo locale “La trattoria dell'Arengo”. Per chi vuole salutarlo intanto la salma è composta presso “Casa Damiani” al Battente.

Gaetano Amici

21 Ottobre 2017 14:40

Domenico Esposto

Ascoli - Oltre alla perdita di un nostro caro amico, la città perde un pezzo delle sue competenze nel campo della ristorazione espressione della tradizione ascolana: Domenico Esposto, 62 anni compiuti da circa un mese, è morto all'alba presso l'ospedale Mazzoni. I funerali si svolgeranno lunedì alle 10,30 presso il Duomo in piazza Arringo, a pochi passi dal suo locale “La trattoria dell'Arengo”. Per chi vuole salutarlo intanto la salma è composta presso “Casa Damiani” al Battente.


Domenico Esposto era di fatto un personaggio di Ascoli Piceno: ironia ficcante, una bontà d'animo senza limiti, una vita fatta di molte esperienze nel suo campo, dagli hotel di montagna del nord Italia, meta del jet set internazionale, alla costa adriatica nei ristoranti votati alle specialità di mare.


Esperto di funghi, che negli anni passati raccoglieva di persona, proveniva da una scuola che della tradizione faceva suo segno distintivo: venerava come suo maestro Giulio Gaspari, alta sapienza in cucina.


In un periodo era riuscito anche ad accrescere la notorietà di Montefalcone Appenino, dove ha gestito un ristorante, con le sue specialità: una sfida riuscita.


Il suo dna l'ha degnamente trasmesso nei figli Flavia e Stefano, che della ristorazione hanno fatto punto di riferimento professionale “contaminando” con intelligenza la tradizione con altri percorsi perfezionati in master presso  scuole di notevole formazione tecnico-culturale.


La trattoria dell'Arengo da qualche anno rappresenta il classico locale double-face che dà risposta a clienti alla ricerca dei sapori strutturati della tradizione ascolana e alla fascia giovanile con gli apericena.


D'altro canto da Domenico Esposto, sempre alla ricerca di novità nei gusti, pur non tradendo le sue radici, non ci si poteva aspettare altri frutti. Oggi però, per la prima volta in tanti anni, la pietanza che ci lascia ha un sapore amaro. Lo ricordiamo seduto fuori dalla trattoria a fumare il suo classico sigaro, a salutare i passanti e a lanciare ogni tanto qualche frecciatina ironica agli amici, ai molti amici che oggi lo rimpiangono.

A Flavia e Stefano va la vicinanza della redazione.



Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni