Economia

Dispensa e Guest Box per il Caffè Meletti, aumentano le Ispirazioni e si rafforza il brand Piceno

08 Ottobre 2018

Si potranno acquistare prodotti di qualità che non troverete nella normale distribuzione commerciale. Dal 2019 i prodotti di uno dei Caffè storici più dinamici in Italia avranno anche lo shop online. Trend economico in crescita, se sarà stabile prevista nuova occupazione

Gaetano Amici

08 Ottobre 2018 13:27

Valter Di Felice, Ossini e Galeati

Ascoli - La “dispensa” del Caffè Meletti allarga il campo delle programma “Ispirazioni”, ideato dal poliedrico Ad Valter Di Felice con il suo staff, rendendo possibile uno shop, senza quasi limiti di orario, per prodotti di qualità, non reperibili nei normali esercizi commerciali, pur mantenendo nei costi un calmiere etico secondo lo spirito della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno.


Eppoi arriva anche il primo Guest Box per un Caffè storico: all'interno di questo cofanetto Caffè Meletti, oltre a trovare la sua storia, potrete trovare una cena gourmet per i 1 o 20 persone da regalare, o confezioni di caffè Kafa, oppure Anisetta Meletti. Insomma se avete problemi nel pensare un regalo avrete una risposta originale, sensazioni, e a costo già definito a seconda delle scelte del Box.

Questi cofanetti esporteranno il brand Caffè Meletti anche in alcune librerie storiche italiane dove i clienti potranno pensare anche a regalare l'emozione Ascoli Piceno tramite il Meletti.


Ancora una volta il Caffè Meletti diventa esperienza pilota in Italia per una decina di Caffè storici che non offrono questo ventaglio di proposte, ma in realtà, e cosa assai più determinante, pone di fronte alle attività commerciali del centro storico cittadino una soluzione al bivio: o ti specializzi nell'offerta di prodotti di qualità o sei destinato a soccombere.


Una visione che rientra nell'analisi di quello che vuol essere l'Ascoli Piceno del futuro: una città vocata ad un turismo eccellente.


Perché non è sufficiente per noi ascolani riempirci la bocca e gonfiarsi d'orgoglio per essere uno dei centri storici più estesi d'Italia. Occorre poi trarne le conseguenze. Prima di tutto per la politica che deve programmarne il risanamento, poi per chi ha il timone del commercio e dell'artigianato che sono essenza cruciale per mantenere in vita un centro storico e per recuperare il decremento demografico.


Si va bene, la parola etica è spesso abusata, di conseguenza arrivano le domande. Ma il Meletti fa concorrenza sleale verso le altre attività? Valter Di Felice con i suoi esempi fuga anche questi dubbi. Nella “dispensa” del Meletti troverete prodotto unici: una confezione in busta del “Kafa”, il caffè etiope più antico del mondo, che Lavazza offre in esclusiva solo a pochissimi locali in Italia, prodotti locali di alta qualità come le marmellate bio di Ama Aquilone, o la pasta di Mulini e Pastifici fatta di grano marchigiano con una maniacale attenzione alla selezione e al metodo di produzione, con un riconoscimento economico che non guarda ai prezzi di mercato per quegli agricoltori che coltivano in modo biologico il loro prodotto e diventano dunque fornitori scelti, riconoscendone (come dice Massimiliano Ossini) riconoscendo l'importanza del loro lavoro che diventa manutenzione del territorio e del paesaggio coltivando un prodotto dei nostri territori senza pesticidi.


La dispensa del Meletti apre su una specifica richiesta dei turisti che chiedevano dove acquistare i prodotti che degustavano. E spesso gli acquisti sono legati anche ai tempi di un tour di gruppo che visita la città con determinati tempi. Allora occorreva un facilitatore al gustare il nostro Made in Piceno. “Il Caffè Meletti – dice Valter Di Felice – non poteva non dare una risposta a questa esigenza. E questa chance vale anche per chi è “fuori orario” quello classico delle attività commerciali e magari a mezzanotte d'estate ha voglia di provare a casa una pasta di qualità con un sugo al pomodoro di altrettanta valenza. Vale per gli oli d'oliva extravergine selezionati, per alcuni vini, birra artigianale e altro. Fatto importante – sottolinea Di Felice – questa non è una boutique anche se ci sono un certo tipo di prodotti, i prezzi non saranno distanti da quelli di mercato”.


Bene la “dispensa Meletti” è aperta, provare vale la pena. E dal 2019 sarà in rete con lo shop online, un altro fattore di crescita del brand Piceno.

Oggi il Caffè Meletti occupa una ventina di persone che aumentano di circa 10 unità nel periodo estivo. Se questo ventaglio di proposte messe in campo, che hanno già dato segnali positivi con “una stagione estiva molto intensa e ricchissima di soddisfazioni”, continueranno nel trend con tutta probabilità si potrà prevedere nuova occupazione.








Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni