Politica

Auguri di Natale del Consiglio comunale a tutti gli ascolani

24 Dicembre 2018

Fioravanti:'Auguri soprattutto a chi vivrà il Natale in condizioni di disagio, ai malati, ai più deboli". Dichiarazione di unità del centrodestra per le prossime comunali. Per l'opposizione presente slo il M5S, assente il Pd.

Gaetano Amici

24 Dicembre 2018 01:12

La conferenza per gli auguri di Natale agli ascolani da parte dei consiglieri comunali ha visto la presenza di una sola parte dell'opposizione, il M5S, il Pd era assente. In ogni caso una fatto è certo: c'è stata una dichiarazione di unità di tutte le componenti del centrodestra per un candidato di bandiera alle prossime comunali.


“Celebriamo il V° Natale e i cinque anni trascorsi insieme. - dice il presidente del Consiglio Marco Fioravanti - Noi consiglieri abbiamo lavorato e ci siamo impegnati con passione ed energia avendo sempre come fine primario l’interesse generale dei cittadini. La più grande soddisfazione da Presidente del Consiglio Comunale è stata quella di collaborare con le colleghe e i colleghi di minoranza e di maggioranza, i quali si sono organizzati al meglio lavorando alla soluzione di annosi problemi riguardanti la crescita della città di Ascoli Piceno. Abbiamo approvato atti, delibere, nonché discusso ampiamente, ci siamo confrontati lealmente, avendo come è giusto, diverse posizioni politiche, ma trovando spesso una sintesi utile a superare le difficoltà della nostra popolazione. Inoltre abbiamo costituito nuove commissioni straordinarie per la tutela dell’ambiente e della salute pubblica. Abbiamo reso Palazzo dei Capitani un’istituzione di "vetro", con l’introduzione della diretta streaming, con le convocazioni di consigli aperti che hanno visto una partecipazione straordinaria da parte di molti cittadini.


Il testimone che vorrei lasciare alla prossima legislatura è l’impegno sulla tutela dei calanchi e delle nostre colline, un coinvolgimento della Provincia più proficuo nei confronti dei cittadini per la gestione pubblica dei rifiuti, un ruolo sempre più forte dell’organo di rappresentanza politica, la difesa del ruolo centrale dell’ospedale Mazzoni ed un progetto di ricerca e formazione per il comparto dei materiali compositi e nuove tecnologie digitali.


Auspico la nostra costante attenzione verso i più poveri e i più deboli, i genitori separati, i disabili, per chi passerà le feste a lavoro per garantire salute e la sicurezza, a chi sarà in servizio e a chi è costretto a trascorrere le feste a letto malato”.



“E' stata un'esperienza molto importante anche per noi del Gruppo 5 Stelle – dice Massimo Tamburri, vice presidente del Consiglio comunale – Sono stati quasi cinque anni nei quali ci siamo impegnati molto, siamo stati una presenza spesso critica e questo dipende dal ruolo, ma solitamente abbastanza preparati, quindi tanto lavoro per mettersi a disposizione della città. Esperienza positiva anche nei rapporti nelle commissioni con un clima molto costruttivo: quasi la metà di atti consigliari li abbiamo posti noi”.


“Cinque anni insieme una bella esperienza, siamo stati sempre concordi, veramente una famiglia – dice Piera Seghetti (Cuore di Ascoli) - per il bene della città, per il bene della città, per crescere insieme. Abbiamo avuto un momento tragico come il terremoto, ci stiamo risollevando grazie ai cittadini che ci stanno dietro, accettiamo anche le critiche quando sono costruttive”.


“Al di là dei lavori in Consiglio, nelle commissioni abbiamo creato una buona squadra, - sottolinea Francesca Pantaloni (FdI) - abbiamo portato avanti tanti progetti: abbiamo investito sul futuro della città che sono i bambini”.

“Per me fare il consigliere comunale è stata un'esperienza del tutto nuova – dice Maria Luisa Volponi (Pensiero Popolare Piceno) – non avrei mai pensato di mettermi in gioco per la mia città. Ho pensato che si poteva fare qualcosa di buono per la città. Mi sono avvicinata alla politica in punta di piedi, come una neofita: mi sono messa in ascolto di chi aveva più esperienza di me su come si muoveva la macchina amministrativa. Ho dato il mio contributo per le mie competenze di carattere sanitario, sulla importanza dei vaccini”.


“Una consigliatura femminile vivace, partecipativa che ha creato progetti per la città c'è stata sul pezzo - dice Monica Acciarri (Gruppo Misto) - e questo non è un dato scontato perché spesso lo spazio che le donne si danno o che vien dato non è mai scontato. Si è fatto molto nell'ambito della progettualità. Do atto al sindaco Castelli di essere stato capace di allargare la propria maggioranza anche rispetto ai progetti concreti della città. Io mi sono ritrovata a costituire un gruppo misto in maggioranza con l'amico Luca Cappelli, ma l'ho fatto in base a delle progettualità sulle quali mi sono ritrovata: riqualificazione ex Sgl Carbon e la difesa dell'ospedale del capoluogo, il Mazzoni che può rappresentare un fiore all'occhiello della sanità marchigiana. L'ex Sgl Carbon era un progetto portato avanti dalla sinistra e poi la sua riqualificazione è stata sposata con grande capacità dal sindaco Castelli e dall'assessore Lattanzi che hanno portato a termine questo progetto anche con alcuni ostacoli da parte del mio vecchio partito (Pd). Per me che credevo molto in questa progettualità che rappresentava il volano di ripartenza della città significava la coerenza: le cose si fanno su progetti concreti. Per la sanità ancora oggi aspettiamo il presidente della Regione Ceriscioli che venga qui a discutere di questo tema: è il primo caso in Italia di chiusura dell'ospedale di un capoluogo oltretutto in zona terremoto”.

“Chiusura di 10 anni di amministrazione – Attilio Lattanzi - dice ed è stato un bel percorso fatto di condivisione e coerenza con il passato e nella seconda consigliatura c'è stata poi l'esplosione delle liste civiche. E' stato un valore aggiunto per l'amministrazione sopperendo alla mancanza dei partiti (Forza Italia a livello cittadino non più una struttura). Lo spirito di servizio deve contraddistinguere il lavoro dell'amministratore: occorre ascoltare la gente, saper dire anche di no, ma essere determinati quando un obiettivo si può raggiungere. Sapremo fare squadra e vincere ancora per amministrare la nostra amata Ascoli”.


“Amministrare – dice Luca Cappelli (Gruppo Misto) – è forse una delle cose più belle che si possano fare. Io ho avuto 10 anni di esperienza bellissima: con la Commissione che presiedo, l'Urbanistica e Ambiente, e con l'assessore Lattanzi abbiamo quattro anni fa abbiamo compiuto la prima azione dopo 44 anni per restituire alla città il nuovo Piano regolatore generale. Nonostante tutto il bilancio di questa amministrazione è assolutamente positivo. Appena ci siamo insediati 10 anni fa, tre mesi dopo, chiusero molte aziende importanti nella zona industriale: 10 mila persone a casa. Poi il terremoto. Nonostante tutto abbiamo cercato di dare risposte alla città. L'auspicio è che il 2019 ci veda protagonisti e vincere con una coalizione più che mai coesa con un nostro candidato (di centrodestra, ndr) e continuare il lavoro certosino che abbiamo fatto”.


                                                                                                                                                                                                                                                                                        

“Anni difficili per la città sia dal punto di vista economico che amministrativo. Atti di Consiglio coraggiosi – dice Alessandro Bono (FI) – nonostante i tagli della spending e quelli di Regione e Governo. Poi il terremoto. Questo Consiglio si è espresso in maniera coraggiosa , consapevole e con trasparenza anche grazie alla guida del Sindaco, della giunta e degli amministratori che si sono susseguiti. Di certo tutto quello che è stato fatto è stato all'insegna dello spirito di servizio nella continuità di quanto il sindaco Castelli ci ha insegnato”.


“Vorrei esaltare l'importanza del consigliere comunale – dice l'assessore Luigi Lattanzi – perché se è vero che la giunta ha ottenuto risultato e conseguito obiettivi con determinazione, abilità e anche con intelligenza, se mi consentite, però poi tutti gli atti sono passati in Consiglio comunale e senza l'apporto dei consiglieri che ci hanno dato fiducia questi obbiettivi non si sarebbero potuti raggiungere. Io in particolare ricordo due atti importanti: il Prg nel primo mandato e la Carbon nel secondo che grazie alla delega che il Sindaco mi ha affidato, ho avuto la fortuna di portare avanti, ma senza il supporto della c commissione urbanistica e dei consiglieri in Consiglio per l'approvazione noi non potevamo far quello che abbiamo fatto”.


“Questa maggioranza non ha mai fatto pesare i suoi numeri in Consiglio – sottolinea Cesare Celani – tanto che abbiamo lavorato con chi ha voluto fare proposte, come il M5S, con cui in diverse occasioni ci siamo confrontati con la disponibilità di giunta e sindaco. Poi volevo evidenziare il fatto che forse abbiamo avuto per la prima volta la presenza di donne e quindi una sensibilità diversa in Consiglio comunale e questo ci è stato da stimolo anche nel lavorare tra di noi perché a volte la politica ci rende un po' troppo rudi e anche spigolosi e la presenza delle donne ci ha permesso invece di essere più equilibrati. Il Consiglio comunale, e ringrazio il presidente, è stato molto ecumenico, molto aperto e ha fatto un passo in avanti: ci siamo persi meno in parole e abbiamo più fatti”.






Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni