Cultura

Al via 'Italian VernaDoc 2019'

02 Gennaio 2019

Dal 3 al 17 gennaio si terrà la campagna di ricerca con oltre 20 studiosi da tutto il mondo. Seguirà una settimana in cui gli studiosi concluderanno i lavori con l’attività di inchiostrazione in studio e, giovedì 17 gennaio, a Palazzo Parissi, si terrà la presentazione alla cittadinanza del materiale prodotto durante il campo.


La redazione

02 Gennaio 2019 17:53

Monteprandone - Nell’ambito della partnership tra Comune di Monteprandone e Scuola di Ateneo Architettura e Design (SAAD) “Eduardo Vittoria” dell'Università di Camerino volta a dare lustro e mantenere le tradizioni costruttive vernacolari del Centro Storico di Monteprandone, giovedì 3 gennaio parte “Italian VernaDoc 2019”.


Si tratta di una campagna di ricerca internazionale, promossa dai docenti Salvatore Santuccio, Enrica Pieragostini e Antonello Alici, che per quindici giorni, fino al 17 gennaio, porterà un gruppo di venti studiosi ad approfondire le architetture del vecchio incasato e le ville di pregio presenti sul territorio come Villa Palestini e Villa Nicolai.


Dieci studiosi italiani e venti provenienti dalle Università di tutto il mondo tra le quali Thailandia, Iran, Finlandia, Romania, Pakistan, Turchia, Irlanda, Ucraina, Camerun, Cina, arriveranno a Monteprandone giovedì 3 gennaio e nella giornata successiva faranno un tour nei borghi del Piceno tra i quali Acquaviva Picena e Grottammare.


Il campo proseguirà dal 5 al 10 gennaio con le attività di misurazione in loco. Momento centrale sarà venerdì 11 gennaio con lo svolgimento del seminario per professionisti sull’architettura vernacolare i cui atti del convegno verranno successivamente pubblicati.


Seguirà una settimana in cui gli studiosi concluderanno i lavori con l’attività di inchiostrazione in studio e, giovedì 17 gennaio, a Palazzo Parissi, si terrà la presentazione alla cittadinanza del materiale prodotto durante il campo. Per informazioni vernadocitalia.blogspot.com.



Breve storia del VernaDoc

Il primo campo è stato realizzato da un gruppo di studiosi Finlandesi nel 1994 a Pinega - progetto in Arcangels Russia, una città difficilmente accessibile e poco conosciuta, l’intento è stato conoscere le architetture storiche presenti e il tipo di costruzione, tutto ciò è stato rappresentato ed archiviato al fine di conservare una memoria storica di essa che col tempo sarebbe scomparsa.


Nel 1997 si è svolto un altro progetto in Giappone. Documentazione di tre diversi tipologie costruttive Minka (case di paglia). Nel 2002 si è svolto un progetto in Harrania Egitto. A seguire negli anni si sono svolti molti campi VernaDoc in cui hanno partecipato studiosi ed architetti di ogni parte del mondo, tutti con lo stesso intento studiare il patrimonio storico-urbano e paesaggistico dei piccoli centri con la duplice finalità educativa e divulgativa per una migliore fruizione turistica.

In Italia è stato realizzato nel 2015 ad Amandola, nelle Marche. Il tema erano i palazzi storici di Amandola nella provincia di Fermo, ed i partecipanti provenivano da Cina, Finlandia, Italia, Pakistan, Romania e Thailandia. A seguito del campo italiano si realizzò una pubblicazione che è stata presentata al Congresso internazionale di Bangkok organizzato dal CIAV insieme all’associazione ICOMOS.  


Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni