Salute

Grido d'allarme del dr. Gian Filippo Renzi: 'I Pronto soccorso marchigiani, Ascoli compreso, saranno al collasso'

08 Febbraio 2019

Renzi: 'Non ci sono più medici che rispondono ai bandi di concorso. Non riusciamo neanche ad utilizzare colleghi della Guardia medica che potrebbero fare servizio presso le sale mediche del Pronto soccorso per problemi di ordine burocratico'.

Gaetano Amici

08 Febbraio 2019 14:53

Dr. Gianfilippo Renzi

Ascoli - Quello del dr. Gianfilippo Renzi, Responsabile della Medicina d'urgenza dell'ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno, è un vero grido d'allarme. "Da qui a poco i Pronto soccorso delle Marche - dice Renzi - potrebbero arrivare al collasso


Nonostante la direzione d'Area Vasta 5 e quella sanitaria mi abbiano dato tutta la disponibilità per cercare di assumere medici che vadano a completare l'organico della Medicina d'urgenza, non ci sono medici che rispondono ai bandi, agli avvisi pubblici. Vanno tutti deserti. Non ci fa paura formare giovani medici che abbiano i requisiti previsti dalla norma per formarli, ma non se ne trovano. 


Abbiamo cercato anche un piano B con l'immissione di colleghi che provengano dalla Guardia medica e debbamo concludere il monte ore facendo servizio nelle sale del Pronto soccorso. Niente da fare: ci sono delle incompatibilità burocratiche che bloccano questa ipotesi
".

E' un problema serio che attanaglia tutte le realtà marchigiane.

Più di una volta si è detto che per lavorare in trincea, come in effetti è la situazione di chi sceglie di lavorare nell'emergenza, a diretto contatto con i pazienti e con la Spada di Damocle delle liste d'attesa, forse potrebbe si potrebbe incentivare dal punto di vista economico, visto lo stress e i rischi che questi professionisti si trovano ad affrontare diversamente dei loro colleghi che lavorano in altri reparti "più tranquilli".


Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni