Cronaca

Si prospetta un altro disastro: l'esternalizzazione dell'Assistenza domiciliare nell'Area Vasta 5

21 Maggio 2019

La FP CGIL denuncia da anni lo scempio della Sanità pubblica nella AV5. Una vera e propria emergenza è quella della carenza del personale medico: nei due Ospedali mancano Primari e Medici per l’Emergenza.

Maria Calvaresi - Segretario Generale FP CGIL

21 Maggio 2019 17:47

Maria Calvaresi - Fp Cgil

Ascoli - Ora per i cittadini si prospetta un altro disastro: l’esternalizzazione delle Cure Domiciliari!

Eravamo convinti che il Direttore ASUR o il Presidente della Regione Marche o i referenti territoriali eletti nella Provincia di Ascoli Piceno fossero almeno disponibili ad un confronto, sarebbe stato il minimo (nel rispetto dei cittadini e dipendenti) nei confronti dei loro concittadini!

Ancora una volta, da sola la FP CGIL si trova a dover difendere la salvaguardia del Servizio Sanitario Pubblico.

La FP CGIL è convinta che l’esternalizzazione dei servizi ADI provocherà una arretramento sul livello di erogazione degli stessi, oltre che un incremento della spesa.

Il Servizio Pubblico deve essere rivolto a tutti indistintamente, iniziando dai più bisognosi e fragili!

Le problematiche della Area Vasta 5 sono molte, oltre a quella citata precedentemente, da anni denunciamo mancanza di un assetto riorganizzativo, carenza di personale sanitario, tecnico e amministrativo.

Un’altra problematica è quella del personale precario in scadenza il 31 Maggio 2019, mentre nelle altre Aree Vaste si fanno proroghe (vedi art. 57 del ccnl 21/05/2018), nella realtà del nostro territorio Area Vasta 5 nessuno si pone la problematica della continuità assistenziale e del rispetto dei livelli essenziali di assistenza.

Una vera e propria emergenza è quella della carenza del personale Medico, nei due Ospedali mancano Primari e Medici per l’Emergenza.

Cresce ogni giorno la preoccupazione che in prossimità dell’estate l’aumento della popolazione sulla costa non è pianificata con il potenziamento dei settori e reparti più sensibili al maggior afflusso di utenti.

Di certo rileviamo un incremento di attenzione e di feeling che questa Regione ha verso la Sanità privata e in particolare nel nostro Territorio.

L’ASUR e la Regione Marche dovrebbero predisporre un piano straordinario per la risoluzione di queste problematiche.

Se a quanto sopra esposto non si troveranno soluzioni immediate, l’Area Vasta 5 sarà costretta a diminuire i livelli di prestazione sanitaria e quindi a diminuire i livelli di servizio verso i cittadini.

La FP CGIL chiede che tutte le forse politiche Regionali e locali si facciano realmente carico dell'emergenza Sanitaria del Territorio Piceno, convocando le parti al fine di predisporre una piattaforma d’intervento risolutiva.



Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni