Cronaca

Emergenza coronavirus, spostati dal carcere di Modena a quello di Marino del Tronto (Ascoli Piceno) 40 detenuti artefici della rivolta

09 Marzo 2020

Gli agenti della polizia penitenziaria del carcere di Marino del Tronto sono preoccupatissimi e ritengono gravissimo che il Dipartimento abbia preso questa decisione senza avvertire. Ora si teme che i detenuti già ospiti qui, alla notizia che sono arrivati questi dal nord, possano innescare la stessa situazione che si è verificata in altri istituti di pena, cioè la rivolta.

La redazione

09 Marzo 2020 09:32

Ascoli - Alle ore 00,30 circa della scorsa notte sono giunti dal carcere di Modena, zona rossa, 40 detenuti artefici della rivolta di Modena compresi una trentina agenti di scorta della penitenziaria. Non si sa se siano positivi al coronavirus, asintomatici etc. Non si capisce se certe decisioni abbiano tenuto cono del decreto del Governo Conte.

Un fatto è certo: gli agenti della polizia penitenziaria del carcere di Marino del Tronto sono preoccupatissimi e ritengono gravissimo che il Dipartimento abbia preso questa decisione senza avvertire. Ora si teme che i detenuti già ospiti qui, alla notizia che sono arrivati questi dal nord, possano innescare la stessa situazione che si è verificata in altri istituti di pena, cioè la rivolta.


Sostieni Picusonline.it Effettua una donazione con PayPal

Picus On Line utilizza cookies per memorizzare informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza degli utenti. Utilizzando questo sito, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Informazioni