Un’attività senza sosta quella operata dalle forze dell’ordine per la prevenzione e controllo del territorio ascolano

Un’attività senza sosta quella operata dalle forze dell’ordine per la prevenzione e controllo del territorio ascolano

La settimana appena trascorsa ha visto il personale della Polizia di Stato impegnata in molteplici iniziative nell’ambito del progetto di polizia di prossimità. Si sono svolti diversi incontri presso istituti di istruzione superiore di primo e secondo grado della provincia picena con lo scopo di istruire i ragazzi sui corretti comportamenti da adottare sulla rete, sul contrasto alla violenza di genere e sul concetto di cittadinanza attiva. Gli incontri, tenuti a cura di personale specializzato della locale Squadra Mobile, dell’Ufficio di Gabinetto e della locale Sezione Operativa Sicurezza Cibernetica, hanno dato modo agli studenti di confrontarsi con i colleghi su aspetti della società sempre più attuali ed importanti. Per quanto attiene l’attività di prevenzione e repressione nell’ambito del capoluogo e delle principali città rivierasche si comunica che l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura ha impiegato N°28 equipaggi automontati. Nei N°19 posti di controllo effettuati sono stati controllati N°288 persone e N°120 veicoli. Il Commissariato di P. S. di San Benedetto del Tronto grazie all’impiego di nN°28 pattuglie ha operato N°20 posti di controllo verificando la posizione di N°250 persone e N°139 veicoli. L’attività di polizia giudiziaria ha portato all’arresto di N° 2 cittadini per spaccio di sostanze stupefacenti.

Nell’ambito del controllo del territorio la Sezione Polizia Stradale di Ascoli Piceno con l’impiego di n°30 pattuglie ha effettuato n°22 soccorsi stradali e n°16 posti di controllo che hanno portato all’identificazione n°104 persone. In occasione delle citate attività gli agenti hanno proceduto al controllo di n°90 veicoli e sono stati ritirati n°6 documenti di circolazione. N° 69 sono state le contravvenzioni al C.d.S. contestate, a cui è seguito il sequestro di n°5 veicoli. Oltre al normale servizio di controllo del territorio e dei veicoli circolanti è stato effettuato un servizio di specifica competenza mirato al controllo dei veicoli impiegati nel trasporto merci.

Il Posto di Polizia Ferroviaria di San Benedetto Tronto, nell’ambito dell’attività di prevenzione finalizzata ad incrementare i livelli di sicurezza ordinaria e i dispositivi di controllo programmati nella settimana passata, ha impiegato n°15 pattuglie che hanno identificato complessivamente n°262 persone, di cui n°42 cittadini extracomunitari. Nell’ambito dell’attività prevenzione denominata gli operatori della PolFer hanno prestato particolare attenzione agli impropri ed anomali comportamenti in ambito ferroviario, tra cui, l’attraversamento dei binari, la salita e discesa dai convogli in movimento, l’indebita presenza sulla linea ferroviaria, il superamento della linea gialla in stazione e l’attraversamento dei passaggi al livello chiusi. Grazie alla predetta attività si è potuto fermare ed identificare un cittadino rumeno resosi colpevole di rifiuto delle generalità e resistenza a Pubblico Ufficiale.

La Sezione Operativa di Sicurezza Cibernetica Nell’ambito delle attività istituzionali della specialità sono state raccolte n°5 denunce, di cui n.2 per truffa on line tramite vishing (una forma di truffa, sempre più diffusa, che utilizza il telefono come strumento per appropriarsi di dati personali - specie di natura bancaria o legati alle carte di credito - e sottrarre poi somme di denaro più o meno ingenti), n.2 truffe on line su e-commerce e n.1 frode informatica.